Bilancio Sociale: indispensabile per tutte le aziende

Il Bilancio Sociale è uno strumento spesso associato alle realtà non profit, ma ciò non esclude anche le aziende tradizionali che possono trarne grandi vantaggi. Un documento articolato e fatto con i dovuti criteri non è solo uno strumento in più di comunicazione, ma aiuta l’azienda stessa a definire le proprie strategie, oltre che a fornire ai suoi clienti un’opportunità in più per conoscere l’organizzazione oltre ai tradizionali bilanci economici (di difficile comprensione). Un buon bilancio sociale deve comunque contenere informazioni sempre veritiere e verificabili, che aiutano a definire anche obbiettivi futuri di miglioramento, nello specifico in un Bilancio Sociale deve contenere:

  • Le relazioni con i propri stakeholder (portatori di interesse come: dipendenti, clienti, fornitori, enti, etc.), descrivendo le aspettative e i loro bisogni, cercando anche eventuali margini di miglioramento.
  • Necessario che tutta la struttura aziendale venga coinvolta nella redazione del Bilancio Sociale, questo favorisce l’emersione di pratiche virtuose e criticità, oltre che favorire una comunicazione orizzontale all’ interno dell’ organizzazione.
  • Raccogliere dati quantitativi e qualitativi è fondamentale (anche per questo il punto precedente è importante), deve essere fatto con costanza, non solo per verificare il raggiungimento degli obbiettivi, ma anche per avere uno strumento in più di analisi interna.

Già questi tre punti, seppur generici, danno l’idea di un lavoro non banale al quale deve essere dedicato tempo. Sicuramente all’ inizio può essere considerata una velleità, per non dire un’unitile perdita di tempo, la decisione di creare un Bilancio Sociale, ma dà sicuramente dei vantaggi evidenti, ad esempio:

  • Mantiene costante il contatto con i propri stakeholder, aiutando a tenere sotto controllo i propri obiettivi e magari intercettando per tempo eventuali problematiche.
  • Facilita l’individuazione di strategie e obiettivi, oltre che ad avere uno storico dell’evoluzione dell’azienda, sia per le pratiche intraprese che per i risultati raggiunti.
  • Incentiva il dialogo e il confronto in azienda, promuove modalità di valutazione oggettive dei risultati e favorisce la gestione e la pianificazione dell’organizzazione.

Il Bilancio Sociale, quindi, non è solo uno strumento per dimostrare all’esterno “quanto siamo belli e bravi”, ma serve soprattutto per monitorare l’azienda stessa, dandosi sempre piccoli, nuovi, traguardi di miglioramento, che avranno sicuramente ricadute positive in termini economici e di produttività. Quindi Bilancio Sociale è adatto non solo per aziende non profit, ma anche per chi vuole stare sul mercato.

Oggi, anche il cliente, non vuole solo informazioni sul prodotto/servizio che acquista, ma pretende di conoscere anche l’azienda, ed apprezza se i problemi vengono individuati e affrontati, piuttosto che inutilmente nascosti che verrebbero comunque a galla.

Importante è anche pesare poi alla diffusione del Bilancio Sociale, ma di questo aspetto ne parleremo più avanti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *